Our network: News & Events | Latest News | Guides | Hotels | Home
Sunday 24 October 2021
Italiano English

One Blood Fest at Afterlife

Perugia (PG) - On March 1st and 2nd the Afterlife Club will be holding the first edition of its One Blood Fest, devoted entirely to reggae.

See below for details of the programme and line-up in Italian...

Programma

****VENERDI 01 MARZO****
SUD SOUND SYSTEM Live In DJ SET feat Papa Leo Selecter + Special Guest RUBENS
(presenta "Mai come ora").
Aftershow by KING LANZI (Reggae & Roots)

INGRESSO INTERO: 12 €
INGRESSO IN LISTA O IN PREVENDITA SUL SITO www.afterlifeclub.it: 10 €

****SABATO 02 MARZO****
RAS TEWELDE + LION D + LIVITY BAND + La Jena (presentazione del CD “Senza Odio” –
PRODUZIONE BIZZARRI REC). Aftershow by Mr JOINT SELECTA (Reggae e Dancehall)

INGRESSO INTERO: 10 €
INGRESSO IN LISTA: 8 €
INGRESSO IN ABBONAMENTO (per chi ha acquistato la data del Venerdi): 5 € (al botteghino)

***** In collaborazione con: *****

MR SNEAKERS
BIG TUNE STUDIO
LIVITY CREATIONS Rootswear and Accessories
KANDISKY
TATTOO HOUSE (C.so Cavour 93 - Perugia)
WWW.MYSTICANZA.IT
EL CHUPITO BAR

PER INFO E PRENOTAZIONI
Mattia 393 9581898
Daniele 393 9581530

Navetta gratuita da P.zza Grimana

**** SUD SOUND SYSTEM ****
I Sud Sound System sono un sound system di musica raggamuffin, dancehall reggae originario
del Salento, che combina ritmi giamaicani e sonorità locali, come l'uso del dialetto salentino e le
ballate di pizzica e tarantella. Sono tra i pionieri del raggamuffin italiano.
La band si distingue immediatamente da ogni altro esperimento italiano di musica rap ragga per
via dell'innovazione di cui sono precursori, dagli ottimi risultati, per cui la musica neraragga è stata
importata e reinterpretata, infatti già nei primi brani del gruppo si sentirà il dialetto salentino e
si affronteranno gli argomenti legati alla realtà sociale, politica ed economica del Meridione.
A differenza di tanti altri artisti rap filo americani dunque, i Sud Sound System hanno avuto la capacità di entrare nel cuore delle persone, grazie alla ritmica giamaicanareinterpretata in modo
originale attraverso il dialetto e le tematiche che riguardano ancora oggi le città del Salento, del meridione e dell'Italia in generale.

**** RAS TEWELDE ****
Ras Tewelde inizia a cantare a 14 anni con una band storica del reggae in Italia: la Living in
the Ghetto Band. Dal 1998 al 2002 si esibisce in tutta Italia, fino ad arrivare a partecipazioni a
diversi festival sul territorio nazionale, tra cui il Natural Mistyc Reggae Festival 2001 ed il Rototom
Sunsplash 2002. Intanto, nel 2000, si trasferisce a Perugia, dove inizia un’esperienza parallela
formando la Ndujah Band, attuale River Nile.

La passione per la musica Reggae porta ben presto Tewelde ad assumere una crescente
consapevolezza del profondo messaggio veicolato attraverso le metriche della Roots Music, punto
di riferimento continuo per la sua crescita artistica e, soprattutto, spirituale. Nel 2006 avviene
l’incontro artistico con Hobo e dj Nukleo, insieme ai quali dà vita al progetto Rasta Foundation. A
Settembre dello stesso anno viene pubblicato il suo primo 45 giri, dal titolo 'Jah a di Teacha', che
viene promosso in Italia, Germania, Francia, Svizzera, Spagna, Portogallo. E' all'inizio del 2007,
però, che Ras Tewelde ha la possibilità di entrare in contatto diretto con lo scenario musicale
giamaicano, grazie all'incontro con un produttore dell'isola, che lo porta a registrare al Tree
Top Studio di Kingston ed a collaborare con importanti artisti giamaicani, quali Half Pint, Lutan
Fyah, Teflon, Dean Frazer, Sly&Robbie, Bongo Herman, Scully Simms. Tornato in Italia pieno
di energie inizia ad esibirsi supportato da differenti sound system italiani ed europei. Al Rototom
Sunsplash 2007, si esibisce sia alla House of RastafarI, sia sul Main Stage, cantando tra i concerti
di Junior Kelly e Bitty McLean, dimostrando di essere all'altezza di un pubblico così numeroso
e caloroso. Dello stesso anno è la sua seconda uscita su 45 giri, una potente combination con
Lutan Fyah, registrata in Kingston Jamaica e prodotta dall'italiana GoldCup dal titolo Babylon
is Fallin'. Il sempre più forte legame con l'Africa, porta Tewelde nel 2008 a cantare sui palchi di
Kenya, Tanzania, Uganda ed Ethiopia, mentre prosegue la sua attività in Europa con una serie
di produzioni internazionali, con gli spagnoli Rumble Infiny-t, con MacroMarco, con la stessa
GoldCup e con Bizzarri Records. E' proprio insieme a quest'ultima, che dal 2009 Ras Tewelde
inizia a lavorare più intensamente, soprattutto grazie alla collaborazione con Lion D, cantante con
il quale si esibisce nel 'The Burnin' Melody Tour' su numerosi palchi in Italia, tra cui il Rototom
Sunsplash e in Europa (Budapest, Amesterdam, Stuttgart).
Dall'estate 2011 Ras Tewelde si esibisce insieme a Lion D in Italia ed Europa nel RASTAFARI
CHILDREN TOUR, nome tratto dalla canzone 'Rastafari Children No Cry' cantata insieme a Lion D
(di cui è uscito anche il video) che meglio esprime la sua poetica.

**** LION D ****
Giovane cantante della scena reggae europea Lion D, italiano di origini africane, ha pubblicato
il suo primo album da solista nel novembre 2009 con Bizzarri Records, dal titolo 'The Burnin
Melody'. Con questo primo album di 21 tracce, Lion D dimostra le sua prolifica abilità di
compositore e singer.
La sua ispirazione e' senza dubbio Rastafar-I, e le sue canzoni in patwa giamaicano affrontano
perlopiù' temi come giustizia sociale e diritti umani. Fino al 2007 si esibisce con diversi dj nelle
dancehall d'Italia e in occasione di artisti di fama nazionale e internazionale, ma la sua carriera
artistica inizia dopo l'incontro con il Bizzarri Sound, giovane gruppo di dj di Modena, con il quale
concretizza le sue ambizioni. Tra il 2007 e il 2008 pubblica (con l’etichetta Bizzarri Records) i primi
singoli in vinile 45 giri ('Keep The Fyah Burnin', 'You Know That I Love You', 'Real Warrior') e
nel 2009, mentre lavora al suo album d'esordio, pubblica 7 singoli con diverse etichette italiane

(Goldcup, Frisco) e 3 brani dance. The Burnin' Melody ottiene riconoscimenti molto positivi sia
in Inghilterra che in Jamaica dove viene trasmesso dalle radio reggae più importanti (Irie Fm,
876 Radio, BBC). Dopo l'uscita dell'album Lion D non si ferma di registrare singoli e nel 2010
ne escono ben 14, tra cui due pezzi dance/breackbeat (uno con l'inglese Cut la Roc Hey Girl
per la Sony/Bmg e uno con l'italiano Saint Paul dj Get My Love che sono entrati nelle classifiche
dance europee) un pezzo in collaborazione con l'etichetta tedesca Supersonic (High Grade, che
è contenuta nell'album di Raina della Villa Ada Crew 'Che Colpa Ne Ho') e uno con la svedese
Adonai Music ('Dem a Vampire', sul ritmo della famosa 'Everyday' di Million Stylez). Gli altri singoli
sono usciti sui riddim (seguendo la modalità giamaicana di produrre musica) delle italiane Bizzarri,
One Step, Goldcup, Reddarmy e Big Thing Records.
A un anno e mezzo di distanza dall'uscita di The Burnin' Melody nel 2011 Lion D esce con un
nuovo lavoro dal titolo Reap What You Sow, una raccolta di singoli e brani inediti che arriva prima
della pubblicazione del secondo album ufficiale. La raccolta, prodotta dall'etichetta indipendente
Bizzarri Records, mostra le abilità del cantante italiano di spaziare, con grande padronanza
linguistica e musicale, tra diversi generi musicali, dalla dancehall al new roots più classico fino all'
hip hop (Neva Smoke Enough), passando per l'acustico (Dem a Vampire), dove rivela tutte le sue
doti vocali. L'album contiene anche brani inediti tra cui una combination con l'artista giamaicano
King Kong (Nah Work On Sunday), Walk Inna Mi Shoes e Trendsetta, il primo videoclip tratto
dall'album.
L'ultimo singolo uscito su tutte le piattaforme digitali in due versioni una dancehall e una reggae
è 'Natural Thing'e preannuncia il nuovo album, particolarmente innovativo dal punto di vista dello
stile e delle sonorità, che uscirà nella primavera 2013.
Il successo della tournée americana ha dato la conferma dell'internazionalità dello stile musicale
di Lion D e della sua grande presenza scenica capace di catturare l'attenzione di appassionati di
musica provenienti da tutto il mondo.

[Source: Perugia OnLine]

Map

Get directions

Umbria OnLine advertising

MAPPA DEGLI HOTELS DELLA CITTA' DI PERUGIA:

Booking.com